Doppio premio per i Gallo: Valentino, testimonial maschile dello Yellow Ball, e papĂ  Gianni come YEBA PAPI

Doppio riconoscimento in casa Gallo. L'Associazione Waterpolo People, infatti, ha deciso di attribuire a Valentino Gallo, mancino del Settebello e capitano della BANCO BPM Sport Management, il ruolo di testimonial maschile dello Yellow Ball Waterpolo International Event 2018 (la testimonial femminile è Tania Di Mario) e di premiare il papà di Valentino, il signor Giovanni (detto Gianni), quale YEBA PAPI 2018.
Lo YEBA PAPI è un riconoscimento che l'associazione gialloblu attribuisce al papà di un'atleta, meritevole sotto il profilo sportivo ed umano e che, inoltre, si è particolarmente distinto nella stagione appena conclusa.
Negli scorsi anni a ricevere il premio sono stati Emilio Tempesti, Goran Sukno e Giovanni Velotto.
"Che bello poter ricevere questa doppia premiazione insieme con mio padre", dichiara entusiasta Valentino Gallo. "Tra l'altro mi sento davvero in famiglia quest'anno: conosco benissimo gli organizzatori dello Yellow Ball, il mio amico fraterno Amaurys Perez sarà il direttore tecnico, io e mio padre riceveremo questo bel premio e la nostra birra Zion sarà tra i partner della manifestazione. Cosa chiedere di più!".
Valentino Gallo è tra i migliori giocatori al mondo. Classe '85, atleta prodigio già giovanissimo, nasce sportivamente tra le fila dell'Ortigia, il club della sua città (Siracusa), dove milita fino al 2004, anno in cui si trasferisce al Circolo Nautico Posillipo. Con i rossoverdi resterà 12 anni vincendo una Coppa dei Campioni, una Supercoppa LEN ed una LEN Eurocup. Nell'estate 2016 il passaggio alla Sport management con cui, quest'anno, riesce ad arrivare fino alla finalissima di Eurocup, vinta poi dai magiari del Ferencvaros. Con la nazionale italiana vanta oltre 250 presenze e si è reso protagonista dei successi azzurri negli ultimi otto anni: oro mondiale a Shanghai nel 2011, argento olimpico a Londra nel 2012, Argento europeo a Zagabria nel 2010, bronzo europeo a Budapest nel 2014 e bronzo olimpico a Rio de Janeiro nel 2016.